COSENZA1SPECIAL.it

 

JOVA BEACH PARTY, ITALIA NOSTRA: ''PROBLEMI ANCHE IN CALABRIA''
22/07/2019
|
 

24/08/2019
Il Pisa sfiora la vittoria contro una delle candidate alla ...

24/08/2019
Proseguono incessanti i servizi di controllo del territorio pe la ...

24/08/2019
Un allevatore è stato denunciato dai Carabinieri Forestale ...

23/08/2019
I convocati per Crotone – Cosenza, match valevole per la 1° ...

23/08/2019
Vigilia di Crotone-Cosenza del 24/08/2019, le conferenze stampa dei ...

17/08/2019
Le dichiarazioni di Piero Braglia al termine della gara amichevole ...

10/08/2019
Conferenza stampa alla vigilia della gara di Coppa Italia, tra ...

09/08/2019
Jaime Báez ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale ...

A Praia a mare habitat protetti in area interessata da evento

(Ansa) "Il Jova Beach party approda in Calabria e già si annunciano problemi per i fragili ecosistemi costieri della regione". Lo sostiene Italia nostra in una nota a firma del presidente nazionale Mariarita Signorini e del consigliere nazionale Teresa Liguori. "A Praia a Mare, l'area interessata dall'evento - aggiunge l'associazione ambientalista - è quella che riveste il maggior pregio naturalistico e paesaggistico. E' stata prevista infatti l'occupazione di una superficie di 74 mila metri quadri e forse più, proprio di fronte all'Isola di Dino, dunque al confine con due Zone speciali di conservazione, quella dei fondali dell'Isola di Dino e della stessa Isola di Dino, caratterizzata da habitat protetti, specie animali e luogo di nidificazione per uccelli marini. Per l'evento é prevista un'apposita procedura per verificare eventuali incidenze negative sull'area protetta. Ci auguriamo che i funzionari del Dipartimento Ambiente della Regione Calabria valutino attentamente gli impatti dell'evento: di certo la tutela dell'ambiente, degli habitat e delle specie protette rivestono un preminente interesse pubblico, certo non inferiore rispetto all'interesse economico connesso alla tournée estiva della pop star italiana". "Abbiamo appreso - affermano ancora Mariarita Signorini e Teresa Liguori - che l'impatto ambientale verrà ridotto al minimo e che l'evento è stato realizzato in collaborazione con il Wwf, ma restano le preoccupazioni dopo la morte del pulcino di Frantino a Rimini. Anche la cancellazione del concerto di Lavagna per erosione della costa avrebbe dovuto ricordare agli amministratori e ai cittadini la fragilità della costa ligure, esposta agli effetti dell'innalzamento del livello dei mari. Un monito costantemente ignorato da politici e imprenditori, ostaggio di pianificazioni a brevissimo termine". 

Foto dalla rete

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.ITy
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco