COSENZA1SPECIAL.it

 

Cala il sipario sull’edizione 2024 di “Crawford in Riviera dei cedri”
17/05/2024
|
Attualitą
 

14/06/2024
Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato ha arrestato ...

14/06/2024
Lo ha annunciato il Presidente Eugenio Guarascio nel corso del suo ...

12/06/2024
Saranno presentati venerdì 14 giugno, alle ore 11,30, nel ...

12/06/2024
Domani, giovedì 13 giugno, alle ore 18,00, ...

11/06/2024
Giovedì 13 giugno, alle ore 10,00, alla presenza del Sindaco ...

14/06/2024
Conferenza di presentazione del DG Giuseppe Ursino e del DS Gennaro ...

24/05/2024
Il Sindaco Franz Caruso ha consegnato, oggi venerdì 24 maggio, ...

05/05/2024
Cosenza vs Spezia (2-2) "RIFLESSIONI" post gara del 05/05/2024

04/05/2024
Cosenza vs Spezia, conferenza Mr. Viali del 4/05/2024

27/04/2024
Cosenza vs Bari (4-1), "RIFLESSIONI" post gara del 27/04/2024

Cala il sipario sull’edizione 2024 di “Crawford in Riviera dei cedri” che si è tenuto a San Nicola Arcella il 14 e 15 maggio. Tante le novità, di questo innovativo Festival dedicato al Folk Horror ed al Fantasy in Calabria che tanto piace ai giovani. Un successo che rende molto soddisfatti i suoi ideatori, Michele Capalbo e Angelo Napolitano, della cooperativa Thyrrenians, affiancati quest’anno nell'organizzazione, da Ferdinando Pagliarulo e Oscar Capalbo. «Il nostro Festival – ha dichiarato Michele Capalbo - ha inteso valorizzare in maniera creativa il patrimonio culturale, materiale e immateriale, legato al famoso scrittore di fine ottocento Marion F. Crawford che amava scrivere i suoi racconti Horror e Fantasy nella torre normanna di San Nicola Arcella». «Siamo molto soddisfatti – ha affermato Angelo Napolitano - perché la manifestazione anche quest’anno ha incontrato il favore di tanti giovani provenienti dai territori della Riviera dei cedri e dalle regioni del centro e sud impegnati in coinvolgenti Campi Scuola». I racconti, tra cui “Perché il sangue e vita”, tipici del Folk Horror, che narrano di paure radicate nelle antiche tradizioni popolari, appassionano i giovani che hanno partecipato attivamente e creativamente al Festival. Protagonista dell’edizione 2024 patrocinata dall’amministrazione comunale di San Nicola Arcella e cofinanziata dalla Regione Calabria, è stato il racconto “Lo spettro della bambola” di Crafword con uno spazio dedicato al Face Painting ed al disegno con la bambola protagonista. Anche quest’anno è stata allestita la splendida mostra disegnata dalla giovane fumettista “Granita”, con la funzione di accompagnare i giovani nelle vie del centro storico a caccia di esperienze sensoriali, di realtà aumentata, di narrazione, ma anche creative come quella con Mangiafuoco e il suo burattino speciale. Al Festival, rievocatori e cosplayers hanno dato vita a personaggi del Folk Horror, ma soprattutto al paese dei balocchi Horror con i suoi tanti personaggi che hanno fatto vivere alle numerose squadre partecipanti una coinvolgente caccia al tesoro con mappa e ticket da punzonare in diversi punti laboratoriali sparsi nel borgo. Qui si potevano vincere monete, ma anche perderle, quando si incontravano i due carabinieri o il gatto e la volpe; per fortuna la fata turchina ci metteva una pezza. Presente, nel corso delle due giornate, anche il metaverso con i laboratori di realtà aumentata che hanno dato vita alla vampira Cristina di Crawford. Ed ancora la caccia al tesoro digitale che ha fatto andare in giro per i vicoli del centro storico tanti giovani cacciatori di QR code. Presente anche l’escape room dedicata a “Pinocchio e la fucina del burattinaio posseduto”

 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco