COSENZA1SPECIAL.it

 

Il Settore Affari generali diffonde un vademecum per segnalare i giorni, gli orari di apertura degli uffici ed i servizi assicurati
25/03/2020
|
Attualitą
 

06/07/2020
(Ansa)  Il vicesindaco di Diamante, Pino Pascale, è stato ...

06/07/2020
Autorizzare nell'immediato l'istituzione della circolare veloce unica ...

06/07/2020
Giovani migranti protagonisti di alcuni spot antirazzisti girati ...

06/07/2020
“Partiranno online il prossimo 10 luglio i primi corsi di ...

06/07/2020
Il Sindaco di Trebisacce, Avv. Franco Mundo, ha inviato una missiva ...

05/07/2020
In Calabria ad oggi sono stati effettuati 97.433 tamponi. Le persone ...

02/07/2020
Conferenza stampa del tecnico rossoblù, alla vigilia di ...

25/06/2020
Conferenza stampa del tecnico rossoblù, alla vigilia di ...

20/06/2020
Questa le prime dichiarazioni del neo tecnico rossoblù Roberto ...

29/05/2020
Nella prima mattinata odierna, la Squadra Mobile di Cosenza ha dato ...

25/05/2020
Alle prime luci dell’alba, nei Comuni di Cosenza, Rogliano, ...

08/03/2020
Dichiarazioni del tecnico dei lupi Pillon, alla vigilia di ...

Il Settore Affari generali del Comune di Cosenza, attraverso la dirigente, ing.Alessia Loise, ha reso noto  un vademecum per i cittadini nel quale vengono comunicati i giorni, gli orari di apertura degli uffici ed i servizi assicurati, afferenti allo stesso settore, in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto e richiamando le norme generali di comportamento dettate dai D.P.C.M. del 4,8 e 11 marzo 2020, il D.L. 17 marzo 2020, n. 18 (decreto “Cura Italia”), il DPCM del 22 marzo 2020 e il Decreto Legge di ieri, 24 marzo 2020.

APERTURA UFFICI

Gli uffici restano aperti al pubblico solo nei giorni di lunedì e mercoledì, dalle ore 9,00 alle ore 12,00, (con accesso di preferenza su prenotazione a mezzo e-mail o telefono) per lo svolgimento delle attività indifferibili in presenza, rispettando le misure precauzionali di cui alle vigenti norme.

Tutti i procedimenti in corso e privi di carattere di urgenza sono da ritenersi sospesi.

I cittadini che hanno necessità di rivolgere agli uffici delle richieste, possono farlo restando nella loro abitazione senza recarvisi di persona . A tal proposito si ricorda che la modulistica è reperibile sul sito dell’Amministrazione Comunale e può essere trasmessa a mezzo pec, e-mail, raccomandata A/R, ecc… agli indirizzi indicati.

 

STATO CIVILE E POLIZIA MORTUARIA

 

  • denunce di morte: tutti i giorni;

 

  • adempimenti di polizia mortuaria: tutti i giorni;

 

  • dichiarazioni di nascita: si ricorda che le stesse possono essere effettuate, preferibilmente, presso i centri nascita di ospedali e cliniche private ai sensi delle vigenti norme;

 

  • raccolta delle Disposizioni Anticipate di Trattamento (DAT), lunedì e mercoledì, dalle ore 9,00 alle ore 12;

 

  • matrimoni civili: potranno essere celebrati solo in casi di comprovata necessità. In questi casi, la celebrazione avverrà rigorosamente in forma privata alla presenza dei soli sposi, dei testimoni e dell'Ufficiale dello Stato Civile che redige l'atto, mantenendo il rispetto delle distanze di sicurezza e delle misure di contenimento del contagio, esclusivamente nei giorni di lunedì e mercoledì, dalle ore 9,00 alle ore 11,00 nella sede dell’Ufficio sito in Piazza Giacomo Mancini n. 33. Questo provvedimento è esteso anche alle pubblicazioni di matrimonio

 

PRATICHE di RESIDENZA

La dichiarazione di prima iscrizione all’anagrafe, di mutazione o di reiscrizione, qualora indifferibile, può essere resa, così come le eventuali integrazioni richieste, a mezzo e mail, pec, raccomandata A/R, ecc... Si ricorda che la presentazione presso gli uffici, nei giorni di lunedì e mercoledì, dalle ore 9,00 alle ore 12,00, rappresenta un caso residuale e giustificato dall’effettiva impossibilità di utilizzare gli altri mezzi.

 

CERTIFICAZIONI, AUTENTICHE, LEGALIZZAZIONI

L’attività di anagrafe/stato civile sarà erogata in presenza, esclusivamente in caso di effettiva necessità e urgenza.

Si ribadisce quanto previsto dal D.L. 17 marzo 2020, n. 18 che, al comma 2 dell’art. 103, prevede: “Tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020”.

Per le autentiche di copia e di sottoscrizione e le legalizzazioni di foto, l’erogazione del servizio sarà compiuta in presenza solo in caso di urgenza indifferibile. Anche in questo caso occorre procedere nel rispetto delle norme di distanziamento e con l’applicazione di ogni possibile precauzione anti-contagio come da disposizioni Ministeriali.

 

RILASCIO DELLA CARTA D’IDENTITÀ

Per quanto concerne i documenti in scadenza, l’art. 104 del il D.L. “Cura Italia” prevede:

“1. La validità ad ogni effetto dei documenti di riconoscimento e di identità di cui all’articolo 1, comma 1, lettere c), d) ed e), del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, rilasciati da amministrazioni pubbliche, scaduti o in scadenza successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto è prorogata al 31 agosto 2020. La validità ai fini dell’espatrio resta limitata alla data di scadenza indicata nel documento”.

Saranno rilasciate le Carte di Identità esclusivamente in casi di comprovata necessità, ad esempio ai cittadini che hanno variato i propri dati anagrafici ovvero privi di qualsiasi altro documento di riconoscimento, per furto/smarrimento o altro motivo. Tale eventualità non si realizza se la persona ha in suo possesso un documento equipollente (es. patente di guida o passaporto).

 

Carte d’identità elettroniche in deposito: fino al termine delle misure emergenziali non è necessario il ritiro del documento, avendo in assenza di esso la ricevuta (munita di QR code) di pari valore.

Tali documenti “prorogati” non valgono per l’espatrio.

 

Notifiche urgenti e indifferibili

E’ possibile ritirare gli atti nella Casa comunale nel seguente orario provvisorio: lunedì e mercoledì dalle 9:00 alle 11:30 con accesso limitato ad una persona alla volta.

Si ricorda, infine, che, sulla base delle recenti diposizioni normative volte al contenimento del contagio, è necessario evitare ogni spostamento delle persone fisiche, fatte salve comprovate esigenze.

Il mancato rispetto delle disposte misure di contenimento è punito, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, ai sensi dell'articolo 650 del codice penale e, sulla scorta del decreto-legge approvato  ieri, 24 marzo, dal Consiglio dei Ministri e che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 400 a 3.000 euro.

 

 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco