COSENZA1SPECIAL.it

 

Fabio Curto vince Musicultura 2020 con il brano ''Domenica''
30/08/2020
|
 

23/06/2021
  Dalle prime luci dell’alba, i Militari della Compagnia ...

22/06/2021
Il turismo in un paese come l’Italia è un settore ...

22/06/2021
“L’amministrazione comunale di Rende condanna il vile ...

21/06/2021
Sta per vedere la luce un progetto discografico il cui valore ...

21/06/2021
I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in ...

09/06/2021
Nuova protesta dei tifosi rossoblù a P.zza Kennedy, contro la ...

20/05/2021
Quattrocento chili di cocaina, partiti dal Brasile e passati ...

31/03/2021
La lunga carriera di un criminale di 63 anni, originario della ...

15/03/2021
Cosenza, scorze d'arancione del 15 Marzo 2021

15/03/2021
Conferenza stampa del tecnico rossoblù alla vigilia della gara ...

Sorpresa Vecchioni canta Cesanelli, Avidan emoziona

(Ansa) (di Federica Acqua) . Fabio Curto, 32 anni, calabrese, vince Musicultura 2020 all'Arena Sferisterio di Macerata con la canzone 'Domenica', ballata intensa e malinconica che incarna la migliore tradizione melodica italiana. Riceve emozionato il premio di 20mila euro di Ubi-Banca a tarda notte dicendo ''non me l'aspettavo''-Poi in conferenza stampa racconta: "era il mio sogno nel cassetto, anche se dopo aver vinto The Voice nel 2015, catapultato in un mondo che non era il mio, ero indeciso se partecipare. Ma in fondo non mi è mai interessato vincere, ma far capire quanto amore metto in quello che faccio. Ho scritto il brano due anni fa in inglese - aggiunge -, canticchiando una melodia che riassumeva le sensazioni della domenica con le famiglie riunite per strada. E' una giornata che ho sempre amato fin da bambino, e in cui le persone sono anche più educate". Ma nella serata di ieri condotta da Enrico Ruggeri, che ha aperto lo spettacolo cantando 'Vecchio frack', c'è stata anche l'esibizione a sorpresa di Roberto Vecchioni, giunto a ricordare l'amico e ideatore di Musicultura Piero Cesanelli, da poco scomparso, con il brano Sopra Milano. "La sua creatività era accompagnata da troppa umiltà - ha dichiarato commosso - e ciò l'ha limitato. Ma questa manifestazione resta un baluardo della musica d'autore e non morirà". Poi, dopo aver cantato 'Mi manchi', ha ricevuto dai rettori il premio UniMarche per il suo lavoro. In un crescendo di emozioni, c'è stata anche la travolgente esibizione dei Pinguini Tattici Nucleari in 'Ridere' e 'Ringo Star', mentre Ruggeri ha interpretato coi quattro finalisti: Blindur (insignito del Premio della Critica), Curto, Miele e I Miei Migliori Complimenti, 'Una storia da cantare'. Fino alla coinvolgente interpretazione in 'Reckoning song' di Asaf Avidan, assieme a 'Lost horse', tratto dal suo ultimo album, inciso proprio nelle Marche, sulle colline pesaresi del San Bartolo, dove l'artista israeliano ha stabilito da quattro anni il suo studio di registrazione. Nel consueto mix di parole e musica, anche le poetiche filastrocche per bambini di Bruno Tognolini e in commovente monologo sulla vita di Lucilla Giagnoni, hanno toccato il cuore degli spettatori, fino alla stupefacente performance del Gruppo Ocarinistico Budriese e al duetto finale tra Francesco Bianconi ed Ruggeri in 'A me piace vivere alla grande'. "Nonostante il Covid, è andato tutto benissimo - ha concluso il direttore artistico Ezio Nannipieri - e lo spettacolo solo su Facebook è stato seguito in diretta streaming da 170mila spettatori". Il 3 settembre prossimo sarà trasmesso in seconda serata su Rai2. 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco