COSENZA1SPECIAL.it

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un incontro sulla figura di Giorgio Albertazzi
18/09/2023
|
 

14/06/2024
Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato ha arrestato ...

14/06/2024
Lo ha annunciato il Presidente Eugenio Guarascio nel corso del suo ...

12/06/2024
Saranno presentati venerdì 14 giugno, alle ore 11,30, nel ...

12/06/2024
Domani, giovedì 13 giugno, alle ore 18,00, ...

11/06/2024
Giovedì 13 giugno, alle ore 10,00, alla presenza del Sindaco ...

14/06/2024
Conferenza di presentazione del DG Giuseppe Ursino e del DS Gennaro ...

24/05/2024
Il Sindaco Franz Caruso ha consegnato, oggi venerdì 24 maggio, ...

05/05/2024
Cosenza vs Spezia (2-2) "RIFLESSIONI" post gara del 05/05/2024

04/05/2024
Cosenza vs Spezia, conferenza Mr. Viali del 4/05/2024

27/04/2024
Cosenza vs Bari (4-1), "RIFLESSIONI" post gara del 27/04/2024

Il prossimo 20 settembre sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” sul tema “1923-2023: nel centenario della nascita di Giorgio Albertazzi”.  La conversazione, organizzata dal sodalizio culturale reggino ha ricevuto per il significato ed i contenuti del tema in argomento, l’incontro organizzato dal sodalizio reggino ha ricevuto il patrocinio del Comune di Fiesole. Giorgio Albertazzi, attore di teatro, di cinema, e di Televisione, nasce a Fiesole in provincia di Firenze il 20 agosto 1923. Il suo debutto avviene a Firenze, al Teatro della Meridiana, dove recita ne “Il Candeliere di de Musset” con la regia di Franco Enriquez. Nel 1949 incontra a Firenze Luchino Visconti, durante la preparazione di “Trolio e Cressida” di Shakespeare. Il famoso regista scrittura il giovane Albertazzi per il ruolo di Alessandro. All’inizio degli anni Cinquanta, grazie a Luchino Visconti, entra a far parte della Compagnia del Teatro Nazionale diretta da G. Salvini. In quel periodo si mette alla prova recitando opere di importanti e famosi scrittori come Kingsley, Fry e Ibsen. Il grande successo di pubblico arriva con Il seduttore di Fabbri messo in scena durante una lunga tournée americana insieme a Ricci, Magni, Buazzelli e Proclemer. Nel 1956 dà vita ad una sua compagnia con Anna Proclemer. La coppia Proclemer – Albertazzi otterrà vasti consensi portando in scena testi di D’Annunzio, Marceau, Faulkner – Camus, Ibsen, Sartre e numerosi altri autori del repertorio classico. Durante i vent’anni della loro intensa attività Albertazzi e Proclemer imporranno al mondo teatrale un loro modo di recitare moderno, nuovo, graffiante tale da attirare su di loro l’attenzione non solo del pubblico ma anche della critica. Ottiene ampia notorietà e successo quando comincia a recitare per la neonata televisione italiana, opere di Shakespeare, de Musset, Giacosa, Molnar.  La sua carriera artistica fra teatro, cinema e televisione proseguirà con successo senza alcuna soluzione fino al 2016, anno della sua morte. Nel corso della nuova conversazione culturale, organizzata dal sodalizio culturale reggino, dopo i saluti istituzionali da parte del Sindaco del Comune di Fiesole Anna Ravoni, seguiranno quelli di Gianni Aiello (Presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”), sarà poi la volta di Antonino Megale (vice Presidente del sodalizio organizzatore) che analizzerà, nel corso del suo intervento la figura del grande artista italiano. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione, organizzata dal sodalizio culturale reggino,sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data da mercoledì 20 settembre.

 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco