COSENZA1SPECIAL.it

 

EMESSA E NOTIFICATA ORDINANZA DI APPLICAZIONE DI MISURA CAUTELARE PERSONALE
06/02/2019
|
 

21/08/2019
(Ansa) Quattro persone sono state arrestate e poste ai domiciliari a ...

21/08/2019
(Ansa) Sorpreso ad appiccare, in più punti, il fuoco a delle ...

21/08/2019
(Ansa) La Guardia di finanza di Lamezia Terme ha sequestrato beni per ...

20/08/2019
La Società Cosenza Calcio comunica di aver perfezionato la ...

17/08/2019
Le dichiarazioni di Piero Braglia al termine della gara amichevole ...

10/08/2019
Conferenza stampa alla vigilia della gara di Coppa Italia, tra ...

09/08/2019
Jaime Báez ha rilasciato un’intervista al sito ufficiale ...

04/08/2019
Il tecnico Braglia, dal ritiro di San Giovanni in ...

Nel pomeriggio di ieri personale della Polizia di Stato, appartenente all’U.P.G.S.P. Squadra Volante della Questura di Cosenza, ha notificato un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale, del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla parte offesa, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cosenza su richiesta della Procura della Repubblica di Cosenza diretta dal Procuratore Capo dott. Mario Spagnuolo, nei confronti di I.A. di anni 37, a seguito di complesse indagini, concluse in tempi brevi e coordinate dal Sostituto Procuratore assegnatario del procedimento.

La misura cautelare trae origine dalle attività investigative condotte dal personale della Squadra Volante a seguito della denuncia di una giovane donna con la quale I.A. aveva intrattenuto una relazione sentimentale, poi terminata.

In particolare le indagini hanno accertato che l’uomo aveva adottato un comportamento persecutorio nei confronti della donna, seguendola ovunque, sia piedi che in auto, arrivando al punto, in un’occasione, di tamponarla nel tentativo di costringerla a fermarsi.

Nel tempo numerose sono state le minacce - anche di morte - le vessazioni e le ingiurie subite, tramite messaggi waths app, sia testuali che vocali.

La malcapitata era stata oggetto di tali comportamenti offensivi e violenti da parte di I.A. anche mentre si trovava in locali pubblici in compagnia di terze persone.

Tutto ciò aveva creato nella donna un grave stato d’ansia e di paura, ingenerando quindi un fondato timore per la sua incolumità.

 

 

 

 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.ITy
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco