COSENZA1SPECIAL.it

 

Presentata la tappa cosentina del Campionato Italiano Rievocazioni Storiche 2024
08/07/2024
|
Attualitą
 

13/07/2024
Anche quest’anno torna il SALGEMMA LUNGRO FESTIVAL, voluto ...

13/07/2024
Al via “We Are Belvedere”, il primo evento che mira ad ...

12/07/2024
L'amministrazione del Comune di Zumpano, guidata con passione e ...

12/07/2024
Sono state consegnate e fatte recapitare a mezzo PEC alla Presidenza ...

12/07/2024
Nella mattinata odierna il sindaco Mario Donadio e l’intera ...

09/07/2024
Cosenza Calcio, presentati i calciatori Ciervo e Pinna

02/07/2024
Si è tenuta questa mattina la conferenza stampa di ...

27/06/2024
Cosenza, conferenza stampa di presentazione di Mr. Alvini

26/06/2024
l CERE di Reggio Emilia ha ospitato nella mattinata di oggi la ...

14/06/2024
Conferenza di presentazione del DG Giuseppe Ursino e del DS Gennaro ...

115 iscritti in rappresentanza di 18 Vespa club sparsi in tutta Italia, da Brescia a Taormina. Sono i numeri della VI tappa del Campionato Italiano Rievocazioni storiche, promosso dal Vespa Club Cosenza e patrocinato dall'Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Franz Caruso e che sarà ospitato in città domenica prossima 14 luglio. Non una gara, ma una prova di regolarità che farà percorrere agli iscritti circa 80 chilometri, con partenza da piazza dei Bruzi e attraverso un circuito che toccherà il centro storico della città, la Villa vecchia, i borghi della Presila, Fago del Soldato, Camigliatello e, sulla via del ritorno a Cosenza, San Pietro in Guarano. Al campionato nazionale è abbinata anche la prima edizione del Memorial dedicato a Bruno Principato, figura storica del vespismo cosentino e primo presidente del Vespa club di Cosenza. La manifestazione è stata illustrata questa mattina a Palazzo dei Bruzi durante una conferenza stampa, svoltasi nel salone di rappresentanza, alla presenza del Sindaco Franz Caruso e del Presidente del Vespa Club di Cosenza, Nicolò Sorrentino. La conferenza stampa è stata introdotta dal Sindaco Franz Caruso. “La Vespa rappresenta un vero e proprio mito perché continua a restare sulla breccia, nonostante il suo progetto originario risalga al 1946. Mi fa piacere ospitare nella nostra città questa manifestazione – ha detto ancora Franz Caruso - perché mette Cosenza al centro di una iniziativa nazionale che consentirà di far conoscere all'esterno le bellezze naturalistiche, storiche, artistiche e culturali del nostro territorio”. Il Sindaco ha anche espresso il suo particolare compiacimento per il fatto che al campionato nazionale è abbinato il primo Memorial intitolato a Bruno Principato. “Un pioniere del vespismo cosentino e calabrese – ha sottolineato Franz Caruso - che ha partecipato a tante manifestazioni nazionali con risultati sempre importanti. Manifestazioni come queste – ha detto ancora il primo cittadino in conferenza stampa - servono per proiettare all'esterno l'immagine più positiva, non solo della città capoluogo della nostra vasta provincia, ma dell'intera Calabria”. Franz Caruso si è detto molto felice di poter rievocare il mito della Vespa, uno scooter con cui tutti i ragazzi, delle più diverse generazioni, si sono misurati. “Il merito è di chi ha progettato questo innovativo mezzo di trasporto – ha aggiunto il primo cittadino – che ha segnato una profonda trasformazione nella nostra società, diventando un vero e proprio simbolo. Rievocare oggi quella storia e quel periodo è per noi particolarmente significativo. La Vespa – ha aggiunto - si contrapponeva ai colossi del motorismo italiano e non solo. Al contrario di tutti quei mezzi dell'epoca, che non esistono più, la Vespa è ancora in produzione”. Franz Caruso ha ricordato, oltre a Bruno Principato, anche altri pionieri del vespismo a Cosenza, come Carlo Leonetti, molto amico della famiglia del primo cittadino e di suo nonno. “Un'amicizia – ha rimarcato Franz Caruso - poi proseguita anche con i figli, in particolare con Pinì Leonetti che era un grande pilota di moto”. Il Sindaco ha, infine, tenuto a precisare che la manifestazione di domenica “non sarà una gara di velocità, ma una prova di regolarità ed ogni concorrente dovrà rispettare una media massima di 25 chilometri orari”. Su questa lunghezza d'onda anche il Presidente del Vespa Club Nicolò Sorrentino: “E' una manifestazione turistico-culturale con lo scopo di ammirare le bellezze del territorio. Le strade sono aperte al traffico ed ogni partecipante deve rispettare il codice della strada ed è responsabile del suo percorso. La manifestazione varrà anche come seconda tappa del campionato di regolarità Calabro-Siculo. Insomma – ha aggiunto Sorrentino – uno sciame di vespe nel prossimo fine settimana si prepara ad invadere Cosenza”. Insieme al direttivo e agli altri componenti del Vespa club, era presente in Comune anche il Presidente del Vespa Club di Parma, Paride Bandini che è, a dispetto del suo cognome, un cosentino a tutti gli effetti. Il campionato nazionale in programma domenica 14 luglio sarà preceduto, sabato 13, da un'esposizione di vespe d'epoca in Piazza dei Bruzi, a partire dalle 10,30. Prima di concludere la conferenza stampa il Presidente del Vespa Club ha avanzato al Sindaco Franz Caruso la richiesta di ospitare a Cosenza un raduno internazionale del mitico ed intramontabile scooter.
 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco