COSENZA1SPECIAL.it

 

Il rilancio del quartiere Massa in un incontro cui hanno partecipato il Sindaco Occhiuto e l'Assessore Spataro
25/06/2020
|
 

10/07/2020
I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Rossano nel corso ...

09/07/2020
In Calabria ad oggi sono stati effettuati 99.608 tamponi. Le ...

09/07/2020
Nell’ambito di servizi di prevenzione e repressione di reati in ...

09/07/2020
L’associazione Teniamoci per Mano Onlus visita l’antico ...

09/07/2020
Nelle pomeriggio di ieri, la Squadra Mobile ha dato esecuzione ...

09/07/2020
Press conference of the rossoblu coach Roberto Occhiuzzi, on the eve ...

02/07/2020
Conferenza stampa del tecnico rossoblù, alla vigilia di ...

25/06/2020
Conferenza stampa del tecnico rossoblù, alla vigilia di ...

20/06/2020
Questa le prime dichiarazioni del neo tecnico rossoblù Roberto ...

29/05/2020
Nella prima mattinata odierna, la Squadra Mobile di Cosenza ha dato ...

L'ipotesi di un concreto rilancio del quartiere Massa, l'antico quartiere dei “pignatari”, vera e propria porta d’accesso alla città dei Bruzi per tutti coloro che arrivano a Cosenza dalle frazioni o dalla Presila, è stata al centro di un incontro svoltosi nei giorni scorsi al Museo dei Brettii e degli Enotri, ubicato nello stesso quartiere, e promosso dall'Associazione e gruppo Facebook “Kiri da Massa”.

Ed è proprio il gruppo che fa capo al Presidente, ing.Francesco Mauro, a perseguire l'obiettivo del rilancio del quartiere e del superamento delle problematiche che lo affliggono. All'incontro sono stati invitati il Sindaco Mario Occhiuto e l'Assessore alla Pianificazione Urbana, Mobilità sostenibile, Edilizia Privata e Patrimonio, Michelangelo Spataro. L'incontro, svoltosi in un clima di assoluta cordialità, ha fatto registrare gli interventi del Presidente del Gruppo, ing.Mauro e di molti residenti che hanno rappresentato al Sindaco Occhiuto e all'Assessore Spataro il proposito di far ripartire il quartiere che vanta antiche tradizioni storiche e di avere, da parte dell'Amministrazione comunale, l'attenzione che merita. E' stata sottolineata la necessità, emersa nel corso del dibattito, di far riavvicinare le giovani coppie al quartiere che, al contrario di quanto avviene per altre zone del centro storico, non si è spopolato e può contare su un discreto numero di residenti. Proprio da parte dei residenti sono state segnalate altre criticità, come la difficoltà di rimettere in sesto un muro crollato da tempo e la necessità di procedere alla canalizzazione delle acque piovane che scendono a valle. Dopo aver ascoltato i residenti ed anche il contributo di altri presenti, come quello di Mario Zafferano, componente sempre del gruppo “Kiri da Massa”, dell'ex parlamentare Paolo Palma e dell'ingegnere Domenico Gimigliano tra i promotori, questi ultimi, di una proposta di legge regionale sulla valorizzazione dei Centri storici calabresi per riorganizzarli e per assegnare loro un nuovo ruolo e un nuovo protagonismo, il Sindaco Occhiuto e l'Assessore Spataro hanno rassicurato i partecipanti su alcuni interventi possibili nel breve e medio termine, in questo ultimo anno di guida della città. Tra gli impegni assunti, quello di allestire un'area ludica per i bambini del quartiere, assicurare la pulizia del fiume e la regimentazione e il convogliamento delle acque piovane. Accanto a questi impegni anche quello di provvedere alla riapertura, sollecitata da più parti, della via della Pietà, un passaggio pedonale di collegamento con via Bendicenti, da tempo non utilizzabile a causa di una chiusura non autorizzata. All'incontro era presente anche la direttrice del Museo dei Brettii e degli Enotri Marilena Cerzoso. Nel corso del suo intervento il Sindaco Occhiuto ha, inoltre,  elencato tutta l’attività messa in campo dall’Amministrazione comunale, durante i suoi due mandati, a favore del centro storico che il primo cittadino ha sempre considerato un unicum dal punto di vista paesaggistico e del patrimonio culturale. In particolare Occhiuto ha ricordato il completamento del complesso di S.Domenico e quello di S.Agostino, dove è ubicato il Museo dei Brettii e degli Enotri, l’azione di recupero del brand del tesoro di Alarico con la futura  realizzazione di un Museo a tema e tutte le energie investite nel percorso di valorizzazione delle risorse non utilizzate, rendendole disponibili ai cittadini, come è accaduto per il Castello Svevo, non solo uno dei luoghi simbolo della storia della città, ma anche un contenitore culturale. Il Sindaco ha, infine, ricordato il modello di Cosenza fabbrica creativa cui è stata data consistenza attraverso i BoCs art e gli artisti contemporanei arrivati in città da ogni dove.

 

 

Commenta

 


Contatta la Redazione di Cosenza1Special.it
info@cosenza1special.it - Fax 0984 - 1801110

Privacy Policy

© Copyright 2015 - COSENZA1SPECIAL.IT
Registrazione Tribunale di Cosenza n.7 del 10/09/2012
Direttore Responsabile Osvaldo Morisco